Risultati ricerca
POSSIBILI RITARDI NELLE CONSEGNE
  • Italiano
  • English
  • Español
Italiano
Scegli per Categoria
    Menu Close

    Iconografia e Iconologia Carmelitana Atti del IV Convegno di Mariologia Carmelitana Luigi Borriello O.C.D., Giovanni Grossi, O. Carm.

    Iconografia e Iconologia Carmelitana Atti del IV Convegno di Mariologia Carmelitana
    Autore/i: Luigi Borriello, O.C.D., Giovanni Grossi, O. Carm.
    Editore: Libreria Editrice Vaticana
    Codice (SKU): 9788826605920
    Rated 5/5 based on 25 customer reviews
    €26,00
    Il tuo Prezzo: €24,70
    i h
    Consegna
    *
    *
    Metodo di Spedizione
    Corriere
    Data di Consegna
    Prezzo
    Nessuna opzione di spedizione - Scegli un Paese di consegna

    Iconografia e Iconologia Carmelitana Atti del IV Convegno di Mariologia Carmelitana
    Nei giorni 27-29 settembre 2018 si è svolto, presso il Santuario Maria Madre della Chiesa di Jaddico (BR), il IV Convegno di Mariologia Carmelitana organizzato da entrambe le famiglie carmelitane. L’iniziativa di tali Convegni ha una sua storia partita proprio da questo santuario nel 2012 quando vi fu celebrato il primo sui tratti mariani più tipicamente carmelitani. Ad esso ne sono seguiti due celebrati nel 2014 a Sassone (Roma) e nel 2016 a Maddaloni (CE), ognuno con una tematica propria del carisma mariano dell’Ordine dei Carmelitani, in un’ottica di progressiva specificazione. Il tema trattato in questo IV Convegno è di grande interesse e assai importante per vari motivi. In primo luogo, perché l’immagine, l’icona, la rappresentazione del sacro hanno provocato sempre nella storia delle religioni una certa controversia, in molte occasioni non esente da violenza. Di fronte all’abbondanza e all’esuberanza delle immagini di alcune religioni, che potremmo definire politeiste (da alcune tradizioni orientali fino alla religione greco-romana), il monoteismo ha teso a pensare che il divino non è, per definizione, rappresentabile. Dio è al di sopra di qualsiasi espressione umana, di qualunque immagine e persino di qualsiasi nozione (si pensi alla teologia apofatica più radicale). Perciò, quando rappresentiamo Dio, il sacro, il divino, creiamo idoli che, in ultima analisi, finiscono col separarci da quello che vorremmo rappresentare. In secondo luogo, il tema trattato è fondamentale perché viviamo in un’epoca davvero “iconica”: siamo immersi nella cultura dell’immagine. I moderni metodi informatici hanno relegato in un secondo piano molte forme di comunicazione tradizionali. Il messaggio breve, abbreviato, talvolta ridotto ad immagini, a dubbiose trascrizioni fonetiche o a parole sconnesse è il linguaggio più abituale tra i nostri giovani. C’è chi vede questo processo con un forte pessimismo, come un ritorno alla barbarie o un regresso ai geroglifici, con conseguenze incalcolabili per l’espressione scritta e orale; c’è poi chi, al contrario, lo vede come un ventaglio di nuove forme di espressione, di maggiori possibilità di divulgazione culturale e di nuove manifestazioni artistiche e letterarie e, perché no, di nuovi linguaggi. In ogni caso, e quale che sia la valutazione di questo processo culturale in cui viviamo, non c’è dubbio che la riflessione teologica (la catechetica, la spiritualità, la missiologia e persino la teologia sistematica) non può eludere questo tema e deve riconsiderare il senso e la missione dell’immagine nella trasmissione della fede. Né la vita religiosa in generale, né il Carmelo in particolare, possono eludere questa riflessione così necessaria al momento di prendere in considerazione la propria missione.
    Per qualsiasi domanda contatta il nostro Servizio Clienti.

    Specifiche di prodotto
    LinguaItaliano
    ArgomentiSacerdozio / vita consacrata
    ArgomentiAtti di Convegni
    ArticoliLibri
    N. Pagine168
    Anno di pubblicazione2021
    0.0 0
    Scrivi una recensione Close
    • Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni
    *
    *
    • Pessimo
    • Eccellente
    *
    *
    *